Amateur Radio Station IK3ASM


Vai ai contenuti

I Radioamatori e la Protezione Civile




Il radiantismo, fin da quando è nato, è sempre stato al servizio della società.
Nei casi poi di emergenza, quali le calamità naturali abbastanza frequenti nel nostro Paese, il radioamatore si è sempre messo immediatamente a disposizione delle autorità realizzando molto spesso, attraverso le proprie apparecchiature, i primi collegamenti radio da e con le zone sinistrate.
Vorrei qui ricordare solo alcune tristi occasioni che hanno visto i radiomatori impegnati in prima linea quali: l'alluvione del Polesine nel 1951, Firenze 1966, i terremoti in Sicilia, in Friuli, in Campania, nelle Marche e, da ultimo, in Abruzzo, in occasione del terremoto del 6 Aprile 2009.
Da ricordare inoltre che i radioamatori italiani sono stati attivi nei Balcani (Albania, Bosnia) per garantire i collegamenti radio d'emergenza a seguito degli eventi bellici che hanno interessato quelle zone.
I radioamatori conoscono molto bene le tecniche dei collegamenti radio ed usano mezzi di comunicazione sempre più aggiornati e sofisticati (APRS, D-Star).


Remigio, ik3asm



Per saperne di più sulla Protezione Civile

- DM 27.05.1974
- Legge 225/92
- Decreto Legislativo 31.3.1988, n. 112
- Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267
- Legge 383/2000
- DPR 8.2.2001, n. 194
- Regione Veneto - Legge 13.4.2001, n. 11
- Decreto Legislativo 9.4.2008, n. 81





Home Page | Stazione Radio | Attività Radio | ARI-Verona | Protezione Civile | ISS | SSTV da ARISSat-1 | Guglielmo Marconi | Galleria Marconiana | Nobel a Marconi | Biblioteca Radio | Astrofilia | Attività solare | Meteo | Tour | Links | Ringraziamenti | Mappa del sito

-- Ultimo Aggiornamento: 09 mag 2019 --

Torna ai contenuti | Torna al menu